Disturbo di adattamento

Disturbo di adattamento : Si definisce disturbo di adattamento uno stato emozionale o comportamentale significativo in risposta a uno o più fattori stressanti psicosociali oggettivamente identificabili.

Questa particolare condizione è caratterizzata da una intensa sofferenza soggettiva e da una compromissione del funzionamento sociale o lavorativo.

Per diagnosticare il disturbo di adattamento i sintomi devono manifestarsi entro 3 mesi dall’inizio del fattore stressante. In genere il disturbo si risolve nel giro di 6 mesi, ma in alcuni casi può durare più a lungo se il fattore stressante ha avuto conseguenze persistenti.

Disturbo di adattamento

Disturbo di adattamento

Cause Disturbo di adattamento

Le cause del disturbo di adattamento possono essere varie, a cominciare dalle difficoltà vissute dal soggetto in una relazione intrafamiliare, abbandono della casa, inizio della scuola, la nascita di un figlio, l’insuccesso scolastico e altri motivi come problemi al lavoro, crisi finanziarie, pensionamento.

A provocare il disturbo di adattamento non è tanto l’evento traumatico in sé quanto la reazione che ha l’individuo di fronte al problema.

In soggetti vulnerabili anche un evento ordinario può produrre sofferenza e un DA oppure anche patologie più gravi. Il problema sta quindi nella reazione individuale con l’evento.

Trattamenti

I sintomi possono manifestarsi a qualsiasi età e variano comunque da soggetto a soggetto, proprio perché ogni individuo risponde in base a come percepisce l’evento.

Il Disturbo di Adattamento può essere acuto, se l’alterazione dura per, meno di 6 mesi, cronico, se l’alterazione dura per 6 mesi o più.

Il soggetto che manifesta questa condizione presenta ansia, umore depresso, alterazione della condotta e forte emotività.
La prognosi complessiva del disturbo dell’adattamento è ge­neralmente favorevole con un trattamento appropriato. La maggior parte dei pazienti torna al livello di funzionamento precedente entro 3 mesi.

Il medico deve approfondire la conoscenza del paziente per poter individuare la causa del suo stato e deve quindi esplorare a fondo la personalità dell’individuo con colloqui e test, per poi poter istituire una terapia adeguata.

 

Leave a Reply